Un particolare del fregio dei Nove Prodi e delle Nove Eroine della Sala del Consiglio, con la raffigurazione di Carlo Magno e Goffredo di Buglione. Mancano le iscrizioni in versi francesi tratti dal capitolo 23 del romanzo allegorico, intitolato Le Chevalier Errant, scritto da Tommaso III di Saluzzo verso il 1396, presenti invece, nel castello della Manta alla base dei personaggi rappresentati.